Vivere il Triduo Pasquale nella Comunità Monastica

Pubblicato daMonastero

Vivere il Triduo Pasquale nella Comunità Monastica

Giovedì Santo, alle 18,30 ha avuto inizio la Solenne Celebrazione in Coena Domini. Erano presenti i nostri cappellani, Padre Michele, Superiore dei Servi del Cuore Immacolato di Maria e Padre Antonio, suo confratello, insieme ad una sentita e raccolta presenza di laici. Al termine dell’omelia è stata eseguita la Lavanda dei piedi, così come racconta Gesù al capitolo 13 del Vangelo di Giovanni, gesto accoglienza e  servizio che il Signore Gesù ci ha invitati a compiere sul suo esempio. Con l’occasione la comunità monastica ha allestito, grazie all’aiuto di alcune catechiste che prestano il servizio presso la Parrocchia di Santa Maria del Casale, un suggestivo “sepolcro”, costituito dalla riproduzione

del pozzo di Sicar, ove è avvenuto l’incontro tra Gesù e la Samaritana.

 

 

Venerdì Santo la celebrazione ha avuto inizio alle ore 15,30. Ci siamo ritrovati in Chiesa in un clima di preghiera e di raccoglimento che ci ha aiutato a rivivere il momento della commemorazione della Passione e morte di Gesù attraverso l’adorazione della Santa Croce.

La giornata di Sabato Santo, è trascorsa nel silenzio e nella preghiera, in attesa della Veglia che abbiamo iniziato alle ore 22,00.

Quest’ultima è stata vissuta dalla comunità monastica e dai fedeli presenti con molta partecipazione e attenzione, attraverso una celebrazione solenne ma allo stesso tempo snella e lineare che ci ha fatto benedire Dio per l’amore che ha avuto per ognuno di noi attraverso la donazione del Suo Figlio Gesù Cristo Risorto.

 

About the author

Monastero administrator

You must be logged in to post a comment