Author Archive

Pubblicato daMonastero

29 Giugno, Festa dei SS Pietro e Paolo e ammissione al Noviziato di suor Sara Israel

29 Giugno 2017

 Festa di San Pietro e ammissione al Noviziato  

 di Suor Sara Israel

E’ stato un momento davvero speciale quello che ha vissuto la Comunità Monastica il 29 Giugno scorso, in occasione della festa di San Pietro, titolare del Monastero, nella Solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta dall’Arcivescovo, Mons. Domenico CALIANDRO.
Ad arricchire il momento è stata l’ammissione al noviziato di Sonia, postulante da oltre un anno, che ha vestito l’abito monastico benedettino, prendendo il nome nuovo di Sr. Sara Israel, simbolo della nuova alleanza che Dio stabilisce con la sua eletta. E’ il nome che Dio ha indicato e pensato fin dall’eternità per questa nuova missione, quello con cui la conosce e la chiama per parlare al suo cuore.
Un momento suggestivo quello del rito, durante il quale la giovane novizia, dopo aver rinzunciato ai suoi capelli, si è spogliata degli abiti secolari (un bellissimo abito da sposa), indossando la veste sacra che rappresenta l’abito nuziale con cui andare incontro allo sposo per le nozze eterne. Anche il velo, che è di colore bianco per le novizie, è il segno visibile che si è proprietà del Signore e non si è più al servizio del mondo.
Al termine della Celebrazione un momento di fraternità nel salone della Foresteria. La gioia era contagiosa e anche se il caldo ci faceva soffrire un poco, il cuore di tutti era colmo di gratitudine e di ringraziamento.
Tutti erano visibilmente commossi perché spettatori di un prodigio che solo il Signore può compiere.

Pubblicato daMonastero

25 Giugno Incontro con i Ministri Straordinari delle Parrocchie di Locorotondo

Anche oggi, la Comunità monastica ha accolto cinquanta fratelli delle diverse parrocchie di Locorotondo per trascorrere in Monastero una giornata di ritiro con i Ministri Straordinari della Eucarestia. Erano accompagnati da don Franco Pellegrino, Parroco della Chiesa di San Giorgio, il quale ha celebrato la messa alle 9,00.
Alle 10,30 la Madre Abbadessa ha tenuto una relazione sulla disciplina dei MSC e sulla centralità della Eucarestia come fondamento e aiuto nel cammino della vita di ogni fedele.
Alle 12,15 l’ora sesta insieme alla Comunità monastica.
Un momento di condivisione che ha visto gli ospiti ristorati dal cibo materiale e da quello spirituale.
Nel pomeriggio, un breve saluto e il ritorno nelle loro case.

Pubblicato daMonastero

24 Giugno Incontro con gli Oblati Cistercensi di Latiano

Sono arrivati in mattinata gli oblati cistercensi di Latiano, accompagnati da Padre Antonio SEMERANO  e da don Donato BONO per trascorrere una giornata di ritiro e di spiritualità presso il Monastero delle Benedettine di San Pietro in Ostuni.
Alle 10 l’incontro con Madre Maria Pia che ha tenuto una lectio sull’Inno alla carità di San Paolo. A seguire il pranzo nei locali della Foresteria ed infine la preghiera del Vespro con la Comunità monastica. Un bel momento di comunione che ha visto gli ospiti ritemprati nel fisico e nello spirito.
Pubblicato daMonastero

22 Giugno 2017 Compleanno Madre Maria Pia

Auguri di Buon Compleanno Madre Maria Pia 

22 Giugno 2017


La Comunità Monastica e tutti gli amici del Monastero,

rendono lode a Dio e lo ringraziano, mentre gioiscono insieme,
per il dono della Madre Maria Pia
e confermandole, filiale affetto e sincera amicizia,
Le augurano lunga vita colma di Salute, soddisfazioni e Pace
nella ricorrenza del giorno suo Compleanno.
“Ad multos annum”

 

Pubblicato daMonastero

03 Giugno 2017 Veglia di Pentecoste

 

VEGLIA DI PENTECOSTE

La nostra comunità monastica ha celebrato anche quest’anno la Veglia di Pentecoste insieme ai fratelli del Cammino Neocatecumenale di Ostuni.

Alle 22 tutto era pronto per l’inizio della Celebrazione che è stata presieduta da don Fabio Ciollaro, Vicario Generale, il quale prendendo spunto dalle monizioni e dalle risonanze alla Parola proclamata ha sottolineato, tra l’altro, l’importanza dello Spirito elargito sulla Chiesa attraverso la diversità dei carismi per l’utilità comune.

Si avvertiva la presenza dello Spirito che aleggiava nell’assemblea e che ci ha accompagnati durante questa Veglia che, come è stato ricordato non rappresenta “la fine del Tempo Pasquale”, ma “il fine del Tempo Pasquale”, dal momento che il vero scopo della Resurrezione di Cristo non è tanto la sua propria resurrezione, quanto invece la nostra resurrezione e rigenerazione, il nostro vivere secondo la vita nuova.

Ringraziamo il Signore per il momento di comunione che ci ha donato ponendoci come gli apostoli nel Cenacolo e facendoci ancora una volta spettatori dei suoi prodigi.

Pubblicato daMonastero

29 Giugno 2017 Vestizione di Sonia

IL 29 GIUGNO FESTA DEL MONASTERO
E AMMISSIONE AL NOVIZIATO DI SONIA

Chiesa del Monastero di S. Pietro Apostolo

Il prossimo 29 Giugno,
Solennità dei Santi Pietro e Paolo, ricorre anche la festa del nostro Monastero, intitolato all’apostolo Pietro.

Come ogni anno sarà celebrata la Messa Solenne presieduta dal nostro Arcivescovo,
Mons. Domenico CALIANDRO.
Quest’anno però un altro evento caratterizzerà la celebrazione: la vestizione dell’abito monastico da parte di Sonia, la nostra postulante che, da più di un anno, ha iniziato il cammino di discernimento all’interno della comunità, nell’osservanza della Regola Benedettina.
L’abito monastico che le verrà consegnato è segno di una natura e di una vita nuova. Come nel Battesimo le è stata consegnata una veste nuova, ora Cristo riveste Sonia di se stesso, rendendola sposa e regina.
La tonaca, infatti, è la veste sacra, simbolo di elezione. E’ il vestito più bello che il Padre misericordioso dona a sua figlia peccatrice: è l’abito nuziale, l’abito del martirio, con cui andare incontro allo Sposo per le nozze eterne.
Una celebrazione dai caratteri suggestivi, nella quale Sonia si impegnerà a proseguire nel cammino monastico, affidando la sua vita a chi l’ha scelta e l’ha amata da sempre. Al termine del rito di vestizione, che si svolgerà dopo l’omelia, verrà annunciato anche il nome nuovo, simbolo della nuova alleanza che Dio stabilisce con la sua eletta: è il nome che fin dall’eternità il Signore ha indicato e pensato per questa nuova missione, quello con cui la conosce e la chiama a sé “per parlare al suo cuore”

Pubblicato daMonastero

13 Maggio 2017 – Centenario Apparizione Madonna di Fatima

13 Maggio 1917 – 13 Maggio 2017

Oggi, in occasione del centenario delle apparizioni della Madonna a Fatima, la nostra Comunità ha vissuto un momento di grazia.

Papa Francesco ha voluto concedere ai Monasteri di clausura la possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria alle condizioni richieste dalla Chiesa e sostando in preghiera dinanzi ad una immagine della “bianca signora”.

Anche noi abbiamo allestito un piccolo altare, ove abbiamo posto l’immagine della Vergine di Fatima ed abbiamo celebrato l’Eucarestia in forma solenne per dare maggior risalto all’evento, così come richiesto e voluto dal Papa. E’ stato un bel momento di comunione, in cui abbiamo sperimentato la fedeltà di Dio alla nostra vita e la Sua infinita misericordia

Pubblicato daMonastero

29 Marzo 2016 – Inaugurazione Museo

Il Museo Di Arte Sacra

Delle Monache Benedettine Di San Pietro

 

Il 29 Marzo  scorso,  con  grande  partecipazione  delle  autorità  civili e religiose,   è   stato   inaugurato   a   Mesagne   il   Museo  di  Arte  Sacra “Cavaliere-Argentiero” di proprietà del Monastero delle Benedettine di San Pietro.

Presente l’Arcivescovo della nostra Diocesi, Mons. Domenico Caliandro, che  ha  sottolineato  l’importanza  di una struttura museale e la forza di attrazione  che  ne  può  derivare  a  beneficio  della collettività,  oltre  al rilevante  esempio  lasciato  da tante monache che hanno saputo donare la propria vita nella obbedienza alla Regola Benedettina.

Il progetto è iniziato dieci anni fa per volontà di Madre Anna Attanasio, Abbadessa   emerita   del  Monastero  e  don  Angelo  Argentiero,  allora arciprete  della  Chiesa  matrice  di  Mesagne,  grazie  ad un concorso di risorse  che  ha  visto   la   Regione   Puglia   soggetto   attivo   principale dell’opera   grazie   ad  un   finanziamento  pubblico  erogato  con  fondi comunitari,  necessari   per   la  ristrutturazione   dell’immobile.

Un  momento  di  gioia  e  di entusiasmo,  reso evidente da una stretta e duratura  collaborazione  e  vicinanza  che accomuna, oramai da anni, il Monastero delle Benedettine e la Chiesa Madre di Mesagne e che, superando ogni forma di individualismo e di sterili campanilismi, hanno cercato di mettersi insieme per un progetto culturale unitario che possa mettere a disposizione di tutti un immenso patrimonio storico, artistico e culturale, per secoli rimasto nascosto anche se gelosamente custodito e attentamente conservato.

All’incontro,  iniziato  presso  la  Chiesa  di Sant’Anna, è seguita la benedizione del   vescovo e la visita al museo.                                                                                                  Il percorso ha introdotto i visitatori all’ammirazione di vere e proprie opere d’arte, che  parlano   di   una   bellezza  particolare   che  va  al  di  là  di  quella  puramente esteriore;  dietro  i  ricami  in  oro  e  l’arte  raffinata della tessitura o del  tombolo o della pasta di mandorle,  c’è  il  lavoro di tante monache che hanno saputo rivestire di materialità tutta la parte  spirituale di  cui era costituita la loro vita ed oggi la bellezza sprigionata da tali manufatti rende accessibile al visitatore il mondo dello spirito.

Questa è la bellezza che caratterizza questo museo; questa è la bellezza di cui il mondo ha bisogno, perché da questa bellezza traspare l’amore che Dio ha per ciascun uomo. Il bello, infatti, dona gioia e momenti di felicità e ci spalanca le porte introducendoci in un luogo in cui il nostro cuore può sentirsi a casa. Perché, come diceva Dostoevskij…”La bellezza salverà il mondo”.

La Comunità Monastica di San Pietro Apostolo

Pubblicato daMonastero

25 Marzo – Ingresso di Francesca

Sabato prossimo, 25 Marzo 2017, Solennità dell’Annunciazione, Francesca farà il suo ingresso in Monastero iniziando l’anno di postulantato.

Il rito di ingresso è inserito all’interno della celebrazione eucaristica che sarà presieduta da don Maurizio Caliandro, padre e accompagnatore spirituale di Francesca che l’ha aiutata in questi ultimi tempi nel cammino spirituale e di discernimento sulla sua vocazione.

Ci uniamo a Francesca e le formuliamo i nostri più cari auguri assicurandole la preghiera per un cammino ricco di grazie e di benedizioni.